Giuseppina Torre nasce a Vittoria, in provincia di Ragusa. Dopo aver conseguito il Diploma in Pianoforte presso l'Istituto Musicale “V. Bellini” di Caltanissetta, sotto la guida del Maestro Sergio Carrubba si perfeziona con i Maestri Giuseppe Cultrera e Francesco Nicolosi. La pianista intraprende la carriera concertistica dapprima come interprete di musica classica e successivamente come interprete delle proprie composizioni, vicine per atmosfere e contenuti alla contemporary music.

 

Dal 2000 si esibisce in diversi Teatri e Scuole di Alta Formazione Musicale, sia italiani che esteri (Catania, Ragusa, Ispica, Roma, Barcellona, Monaco di Baviera, Cremona, Shaffausen, Coira, Megeve, Chamonix, Lisbona e Bucarest). Nel 2005 partecipa come ospite d'onore all'International Feirenkurse Neue Music alla George Bukner Skule a Darmstadt. Nel 2007 riceve il Diploma d'Onore alla Scuola di Alta Formazione Musicale presso il Conservatorio “Ion Vidu” di Timisoara. Nel 2010 viene selezionata per la categoria “composizione” alla 19° edizione dell'Ibla Grand Prize, posizionandosi nella rosa dei finalisti. A novembre 2012 vince due premi ai Los Angeles Music Awards come “International Artist of the Year” e “International Solo Performer of the Year”, conferitile da una giuria di qualità composta da critici musicali, stampa e discografici. La composizione “Il Silenzio delle Stelle” viene inserita all’interno dell’album The best of Los Angeles Music Awards del 2012 (Reinbo Records). Nell'agosto del 2013 Giuseppina arriva in finale nel Songwriting Contest of United of Kingdom e realizza con la Robin Hood Records l’album “Il Silenzio delle Stelle” che riceve immediatamente la nomination come “Instrumental Album of The Year” ai Los Angeles Music Awards del 2013. Nel novembre dello stesso anno vince nuovamente due premi ai Los Angeles Music Awards aggiudicandosi le categorie “International Artist of The Year” e “International Album of The Year”. Durante la sua permanenza a Los Angeles, si esibisce in concerto nella Sala Rossellini presso l'Istituto Italiano di Cultura, in occasione dell'Italian Cinema Style, alla presenza di Bernardo Bertolucci, Gabriele Muccino e Paolo Sorrentino. Il 6 gennaio 2014 suona per Papa Francesco in occasione del Concerto dell'Epifania andato in onda su Rai 1. Nel gennaio 2014, compone le musiche per il film- documentario “L'amore dopo la tempesta”, dedicato all'Olocausto e andato in onda su Rai 1. Sempre della compositrice sono le musiche che accompagnano il documentario “Montecassino perché” del giornalista Roberto Olla, in onda su Rai 1 a febbraio. Il 5 e il 6 aprile del 2014 Giuseppina torna a Los Angeles per esibirsi in concerto presso il Santa Monica Arts Studio in occasione di un evento che celebra l'Arte e la Cultura Italiana. Si esibisce alla presenza del Console Italiano Giuseppe Perrone e delle rappresentanze istituzionali dell'Istituto Italiano di Cultura. A maggio dello stesso anno le viene conferito il “Premio Speciale all'Arte” presso il Teatro San Paolo di Acireale. Il 4 ottobre 2014 vince gli International Music and Entertainment Awards nella categoria “Classical Song” con il brano “Il silenzio delle stelle”. L'11 dicembre è ospite al Los Angeles Social World Film Festival e si esibisce in un concerto presso la Sala Rossellini dell'Istituto di Cultura di Los Angeles. Il 15 aprile 2015 vince il premio The Akademia Music Awards, dedicato alla ricerca dei talenti musicali in tutto il mondo come “Best Instrumental/Classical Song” con il brano “Il silenzio delle stelle” giudicato dalla giuria “una melodia che invita alla meditazione. Il capolavoro pianistico di Giuseppina Torre è il must di quest'anno”. Il 4 luglio 2015 presenta in anteprima l’album “Il silenzio delle stelle” all’interno della prestigiosa rassegna culturale “La Milanesiana” a Milano. Il 19 ottobre 2015 è ospite dell'Istituto di Cultura Italiana di Giacarta e il suo concerto apre la “Settimana della lingua e della cultura italiana nel mondo”, nello stesso periodo tiene un master class con gli studenti dell'Istituto Musicale di Giacarta. Nell'ottobre del 2015 incanta il pubblico degli International Music and Entertainment Awards con una performance dal vivo del brano “Because I need you”. Il 25 novembre 2015 esegue un memorabile concerto a Nola in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne. Sul fronte della violenza contro le donne Giuseppina è impegnata come donna e come artista.

 

L' 8 maggio 2016 a Ercolano le viene conferita la “Targa Vesuvio” per i suoi meriti artistici e umani, mentre il 9 maggio a Roma riceve il premio “Oreste Lionello” per la sezione musica presso il Teatro Margherita. L’8 ottobre 2016 vince nuovamente gli International Music And Entertainment Awards nella categoria “Classical Artist Of The Year” a Murfreesboro Nel Tennessee, USA. Il 19 gennaio 2017 vince gli Akademia Awards of Los Angeles nella categoria “Ambiental/Instrumental” con la composizione “Il mio cielo” così descritta dalla giuria: “Il Mio Cielo moves with a aire quality that much suggests its title a fitting canvas for its heraldic piano melodie and the result is stately , uplifting and eminently enjoyable.”

 

La musica di Giuseppina Torre fa da colonna sonora ad alcuni servizi speciali del Tg1 curati dal giornalista Roberto Olla, tra cui gli speciali “Papaveri rossi” e “Come manna dal cielo”. La musica dell’artista è stata inoltre utilizzata dal Tg2 e da Canale5 per alcuni servizi culturali.

 

Il primo album di Giuseppina Torre è stato pubblicato il 9 Ottobre 2015 con il titolo “Il Silenzio Delle Stelle” (Bideri/Sony Classic). In questo lavoro emergono collaborazioni con artisti eccellenti, quali i Solis String Quartet, Consiglia Licciardi, Michele Signore e Fabrizio Bosso. La produzione artistica e gli arrangiamenti sono a cura del Maestro Mimmo Cappuccio.

Documentazione Inglese - Italiano